giovedì 27 aprile 2017

Torna Gelatiamo a Condove !

Sono online i moduli per partecipare alla Fiera del Gelato di Condove dei prossimi 27 e 28 Maggio 2017 !! 

Scaricalo dalla pagina della modulistica o cliccando QUI, seguendo tutte le istruzioni per la compilazione e la consegna!
Ti aspettiamo!
E ricorda, c'è tempo fino al 20 maggio!

giovedì 17 novembre 2016

Torna il Mercatino di Natale di Condove!

Sono online i moduli per partecipare al Mercatino di Natale di Condove del prossimo 11 dicembre 2016!!

Scaricalo dalla pagina della modulistica o cliccando QUI, seguendo tutte le istruzioni per la compilazione e la consegna! Ti aspettiamo! E ricorda, c'è tempo fino al 4 dicembre!


martedì 4 ottobre 2016

Il mercatino dei bimbi alla Fiera... e intanto: AmoToma!

Come ogni anno, tra le tante iniziative della Fiera della Toma, non dimenticate di visitare il mercatino dei bimbi!

L'appuntamento per tutti è presso la Piastra Polivalente Luca Moletto.

Nell'attesa, intanto, continua fino al 9 ottobre la prima edizione di AmoToma, concorso culinario avente come protagonista la regina della nostra festa, la Toma di Condove.

Le regole sono semplici: alcuni ristoranti proporranno ricette a base di Toma. Chi vorrà assaporare le creazioni degli chef potrà così scegliere il suo preferito, portando la sua preferenza nell'urna davanti al Comune di Condove. C'è tempo fino al 9 ottobre!  


lunedì 3 ottobre 2016

La 27a Fiera della Toma di Condove

La Toma sempre più al centro della Fiera, sport, incontri, street food e birra artigianale, musica e solidarietà e una maggior valorizzazione dell’intero weekend. La ventisettesima edizione della kermesse enogastronomica condovese, organizzata come sempre da Comune e Pro Loco in collaborazione con Coldiretti Torino, vedrà innanzitutto una sistemazione più spaziosa per i produttori di toma in piazza Martiri della Libertà: “Il sempre crescente interesse per il nostro prodotto locale ha creato negli scorsi anni un’eccessiva calca nella zona centrale della Fiera – spiega l’assessore all’Agricoltura e al Commercio, Andrea Tabone – cosa che non giovava né ai clienti né ai produttori. In accordo con Coldiretti abbiamo dato una nuova, ma sempre centralissima, posizione a Campagna Amica in modo da offrire maggior respiro e visibilità alla protagonista della Fiera nel cuore di piazza Martiri”. Anche piazza I Maggio, altra sede di produzioni agroalimentari, verrà valorizzata con un nuovo percorso.


Come lo scorso anno, la Fiera sarà organizzata per tipologie merceologiche, nell'intento di offrire ai visitatori un'esperienza che consenta di muoversi in modo più sistematico e scorrevole all'interno del paese. Come di consueto, la parte superiore di Viale Bauchiero e la vicina Via De Amicis ospiteranno le creazioni dei piccoli artigiani, mentre in via Roma troveremo l’anima “green” della Fiera, con la prevalenza di prodotti del settore agricolo/ecologico e della filiera del verde.  Infine, nella parte bassa del Viale Bauchiero e di Via Torino, si ritroveranno gli storici hobbisti e i venditori dell’usato. Elevata visibilità all’interno della Fiera sarà data inoltre alle numerose associazioni impegnate sul territorio condovese, che saranno presenti e disponibili nella piazza centrale.  I visitatori troveranno infine un settore completamente dedicato alle birre artigianali, in cui degustare svariate tipologie di bionde, rosse ed ambrate ed apprezzare la bravura del mondo brassicolo valsusino e non. Per la giornata di domenica è inoltre previsto l’arrivo di due pullman di visitatori provenienti dalla città gemella di St. Michel de Maurienne, sempre nell’ambito degli scambi di rito.



Ecco gli altri punti chiave e le novità dell’edizione 2016

Il Concorso tra ristoratori
Ideata dalla Pro loco, la sfida propone per tutta la settimana e fino al pranzo di domenica 9 un concorso tra i ristoratori dove i clienti potranno votare tramite apposite cartoline il miglior piatto a base di Toma di Condove assaggiato nei menù. Premi ad estrazione fra tutti i votanti e, naturalmente, per lo chef che avrà ideato il piatto più gettonato.

Incontri: martedì orticoltura casalinga e giovedì il lupo
In linea con gli argomenti tipici di una fiera ispirata alla vita in montagna e rurale, due sono principalmente gli incontri proposti nella settimana che precede il weekend della Fiera.
Martedì 4 ottobre alle 21 nel salone della biblioteca, le giornaliste Antonella Mariotti e Chiara Priante parleranno del loro ultimo libro, “Pomodori da terrazzo”. Nelle nostre zone gli orti casalinghi sono una tradizione consolidata ma anche chi disponga solo di poco spazio sul balcone ha certamente provato a coltivare in vaso un po’ di basilico e qualche erba aromatica: beh, sappiate che si può fare di più…

Giovedì 6, sempre alle 21 nel Cinema comunale, serata tematica su: “Il ritorno del lupo: una convivenza possibile?”. Ma perché parlare di lupo nel periodo della Fiera della Toma? Semplice: Condove, con i suoi alti e vasti pascoli, 15 alpeggi e oltre 2 mila capi tra bovini e ovini, vuole offrire un contributo ad un dibattito equilibrato sulla presenza di questo predatore, informando sui dati reali e scientifici e, soprattutto, approfondendo il tema della convivenza possibile tra il lupo e le attività pastorali e turistiche. Si analizzeranno il lupo e la sua presenza dal punto di vista storico, si presenteranno le ricerche in corso nell’ambito del Progetto Life WolfAlps citando i più ampi studi a livello nazionale ed internazionale, si sfiorerà il tema della percezione del lupo nell’immaginario collettivo.  La conferenza affronterà anche gli aspetti problematici del ritorno del lupo sulle nostre montagne, elemento che ha cambiato e cambia equilibri e pratiche che si sono mantenute relativamente immutate per quasi un secolo: il conflitto uomo-lupo con le problematiche vissute dagli allevatori e l’esigenza di aggiornare con metodi di difesa moderni le attività pastorali. Un ambito in cui la convivenza rappresenta una bella e moderna sfida tutta da affrontare. Protagonisti dell’incontro, che verrà corredato dalla proiezione di immagini e dati, saranno Mauro Bruno, veterinario ASL TO3; Silvia Dalmasso, veterinario progetto Life WolfalpsLuca Giunti, guardiaparco Aree Protette delle Alpi Cozie. Il ruolo di moderatore sarà assunto da Giorgia Allais, assessore ad Ambiente e Territorio del Comune di Condove.

Venerdì: solidarietà con i centri terremotati
"
Una Fiera di Solidarietà”, così si chiamerà la serata che venerdì 7 ottobre si svolgerà in numerosi locali condovesi: aspettando i giorni di fiera, il Comune ed i Commercianti organizzano una serata a fini benefici tra apericena, cena e dopocena presso bar, ristoranti e pizzerie di Condove, devolvendo 1 € di ogni consumazione a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma di agosto. I fondi raccolti confluiranno in un progetto gestito dall’Unione dei Comuni Val di Susa e dal Patto Zona Ovest di Torino, che adotteranno la ricostruzione di un edificio pubblico in uno dei Comuni colpiti dal terremoto. Partecipano: Ristorante Phoenix, Pizzeria Roma, Pizzeria Old Fox, Hamburgheria Unplug, Trattoria La Cicala, Pizzeria Punto e Virgola, Birreria La Tampa, Bar Dolci & Caffè, Panificio Bar Nostus, American Bar Tiffany, Bar Cremeria Torino.



Il Sabato della Fiera
Sport: il Toma Trail
Sabato 8 ottobre torna il Toma Trail, gara di trail running sulla montagna condovese. Un evento che, insieme alla kermesse birraiola-musicale prevista in serata, ha permesso già lo scorso anno di valorizzare meglio la giornata del sabato della Fiera, attirando gli sportivi e gli appassionati. Due le distanze proposte dagli organizzatori: per quanto riguarda la gara competitiva, la distanza sarà di 16 km con un dislivello positivo di 1.000 m, mentre per la prova non competitiva la distanza sarà di 6 km. La manifestazione sportiva è organizzata dal Freemount Team di Condove con l’obiettivo di bissare l’enorme successo dello scorso anno che vide la partecipazione di oltre 300 atleti.
Il percorso della gara competitiva si snoderà attraverso le cascine della Toma Condovese, in un’ottica più ampia della semplice competizione tra atleti, il vero obbiettivo è la riscoperta e la valorizzazione della nostra montagna e dei sentieri che la percorrono, alcuni dei quali erano ormai in  stato di abbandono ed invasi da rovi ed erbacce.
La partenza è fissata dal campo sportivo di via Roma alle 15,30: la sfida ai record di Xavier Chevrier in campo maschile e di Debora Cardone e Raffaella Miravalle in campo femminile realizzati lo scorso anno è aperta!

Serata di musica, street food e birra
Musica, street food e birra artigianale, connubio di sicuro successo. Sabato 8 ottobre intorno alle 19, subito dopo le premiazioni del Toma Trail, il via alla kermesse che in piazza Martiri si snoderà tra cover anni ’60 e ’70, blues e rock’n’roll. Sul palco i “Juinote’s”, ovvero Matteo Grosso alla batteria, Edoardo Pacchiotti voce e chitarra, e Denis Torchio al basso; a seguire, gli “Ice’s Eyes Band”: Mario Vaglietti voce; Gabriele Anselmetti, tromba; Graziano Anselmetti, trombone; Gualtiero Anselmetti, sax alto/baritono; Matteo Carello, sax tenore; Sergio Danna, sax alto; Gianluca Castelli, tastiere; Max Clara, chitarra; Giuseppe Ferrante, basso; Luca Croce, batteria. Il loro repertorio spazia dal blues al rock’n’roll, alle cover dei mitici Blues Brothers, fino a brani hard swing. Contestualmente, dalle 21, sotto il Mercato coperto, musica e danze tradizionali e occitane con gli “Autre Chant”: Emanuele Rizzo ghironda, cornamuse, flauti, voce; Matteo Rizzo chitarra elettrica;  Erica Fazion : violino; Alessandro Zolt cornamusa, ghironda, fisarmonica; Martina Sangrali basso elettrico; Giancarlo Abaldo batteria.

A cena con i formaggi d’Italia
Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con i Formaggi d’Italia organizzato dalla squadra AIB di Condove in collaborazione con Onaf (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi) e Parco Alpi Cozie che propongono una cena a tema dove scoprire le migliori produzioni casearie italiane e imparare a degustarle correttamente. Inizio ore 20 presso il Salone del Centro don Viglongo di via Bruno Buozzi; menù comprendente: aperitivo, degustazione di formaggi italiani, salumi, dolce, caffè, pusacafè, vino ed acqua. Per informazioni e prenotazioni: 329 7504135.

La Domenica di Fiera
La musica sul palco e itinerante. E la radio in diretta.
Come da tradizione, il pomeriggio di domenica della Fiera verrà allietato dalla musica folk, sul palco ma anche in mezzo alle vie e tra la gente. Quest’anno tocca alla band “Polveriera Nobel”, ovvero: Ricky Avataneo, Daniele Barone, Roberto Musso, Emanuele Rizzo, Matteo Rizzo. Nel loro repertorio, storie da ascoltare e da ballare. Ciclisti, pastori, circhi, masche, diavoli, operai, cantastorie, animali buffi, animali velenosi. Storie vere o verosimili o un po' gonfiate, raccolte qua nei nostri paraggi. Raccontate con l'ausilio di fisarmonica, ghironda, flauti, cornamusa, chitarre e ultimamente qualcosa di un po' elettronico. Loro dicono: “Tutto ciò lo chiamiamo folk. Crediamo che il folk salverà il mondo”. Per tutta la giornata di domenica anche l’Unione Musicale Condovese porterà i suoi musicisti e i suoi brani più allegri e tradizionali in mezzo ai visitatori e al “Cantun dla patata d’ Moce” (l’angolo della patata di Mocchie), in piazza Bugnone.
Dal balcone del Municipio, tutta la giornata clou della Fiera verrà seguita in diretta dai ragazzi di Susa Onda Radio.

Il Concorso delle Tome e dei balconi fioriti
Come ogni anno, esperti dell’Onaf e semplici estimatori contribuiranno a stilare la classifica delle migliori tome in circolazione: per l’intera giornata di domenica presso lo stand Coldiretti sarà possibile anche al pubblico assaggiare e votare le produzioni in concorso. Alla fine della giornata, sul palco delle premiazioni verranno consegnati gli ambiti premi dell’edizione 2016. Questo momento finale della giornata vedrà anche la consegna dei premi per il Concorso “Balconi Fioriti" 2016.

L'arte dell'intaglio su legno... e su toma!
L'edizione 2016 vedrà per il 6° anno consecutivo la partecipazione della Scuola di Intaglio di Chiomonte, i cui scultori si diletteranno non solo nell'intaglio su legno, ma anche... su toma. Sarà possibile vedere gli intagliatori all'opera sia sabato 8 che domenica 9 presso il cortile delle scuole elementari. La storia della Scuola di Chiomonte è antica, anche se la data di fondazione ufficiale risale "solo" al 1982. Storicamente condotta da Emilio D'Amelio, la Scuola ha sede nei locali del centro storico e organizza ogni anno da novembre a marzo corsi di intaglio e tornitura del legno. Maestro storico della Scuola fu per 24 anni Elio Favro, sostituito dopo la sua scomparsa da Giorgio Faure, di origini condovesi. Gli scultori, tra cui anche alcuni condovesi, partecipano spesso a concorsi e organizzano mostre, nell'ottica di non dimenticare gli antichi mestieri e le tradizioni delle vallate alpine.

Le Mostre
Vinicio Perugia
Nella chiesa romanica di San Rocco, “un omaggio ai boschi, non solo a quelli della Valle di Susa. Essi ci guardano e con i loro occhi ci giudicano. E noi piccoli uomini ambiziosi, prepotenti, non siamo innocenti!”. Vinicio Perugia, maestro di origini marchigiane ma da molti anni residente ad Avigliana, torna ad esporre a Condove dopo 11 anni con dipinti e incisioni pieni di natura, di legno, di cortecce, di alberi, di animali, di colori straordinari. Apre l’esposizione il quadro 'I mangiatori di formaggi'. Oltre alle giornate di Fiera, la mostra sarà allestita e comunque visitabile dall'1 al 30 ottobre 2016, nei feriali con orario 16-19, sabato e festivi 10-12 / 16-19.

Piemonte archeo-minerario
Presso la Biblioteca Comunale di Condove, mostra documentaria "Piemonte archeo-minerario": una sintesi dei dati raccolti in un quindicennio di ricerche, propone un viaggio virtuale nel tempo e nello spazio, che tocca le miniere medievali di Usseglio (ferro) e Pradleves (rame), le cave di pietra ollare di Condove e Lemie, le aree archeometallurgiche dell’alta val Sessera e della media e alta val di Viù, dove i minerali di piombo, rame, argento, oro, ferro e cobalto erano trattati in complesse sequenze operative, ricostruite mediante scavi archeologici, studio dei residui di produzione e dei documenti scritti e iconografici del XVI-XVIII secolo di cui sono ricchi gli archivi storici piemontesi. Sabato 8 e domenica 9 ottobre, aperta con orario continuato 9:30-18. Nei restanti giorni di ottobre, la mostra sarà aperta in concomitanza con l'apertura della Biblioteca ovvero: lunedì ore 16-18:30, mercoledì ore 9:30-12 e 16-18, giovedì ore 15:30-18, sabato ore 9:30-12 e 15-17.

giovedì 29 settembre 2016

Una Fiera di solidarietà

"Una Fiera di Solidarietà”, così si chiamerà la serata che venerdì 07 ottobre si svolgerà in numerosi locali Condovesi. Aspettando i giorni di fiera, il Comune ed i Commercianti organizzano una serata a fini benefici: presso bar, ristoranti e pizzerie di Condove saranno organizzati aperitivi e cene solidali, devolvendo 1 € di ogni consumazione a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma di agosto.
I fondi raccolti confluiranno in un progetto gestito dall’Unione dei Comuni Val di Susa e dal Patto Zona Ovest di Torino, che adotteranno la ricostruzione di un edificio pubblico in uno dei Comuni colpiti dal terremoto.


Dunque, una "Toma solidale" quella del 2016. Vi invitiamo a partecipare e a prendere contatti direttamente con i locali per info e prenotazioni!

Partecipano all’iniziativa:
Birreria LA TAMPA, Via Matteotti, 5, tel. 011.9644520
Ristorante PHOENIX, Via Magnoletto 18, tel. 011.9643392
Pizzeria ROMA, Via Torino, 26, tel. 011.9643481
Pizzeria OLD FOX, Via Roma 28, tel. 011.9643282
Hamburgeria UNPLUG, Borgata Grangetta, 30/d, tel. 011.9643120
Trattoria LA CICALA, Via Don Pettigiani 1, tel 339 6466520
Pizzeria PUNTO VIRGOLA, Piazza Martiri della Libertà 12/a, tel. 011.9643598
Bar DOLCI E CAFFE’, Piazza Martiri della Libertà, 10/a, tel. 338.9993717
Panificio Bar NOSTUS, Piazza Martiri della Libertà, 6, tel. 0115366736
American Bar TIFFANY, Piazza Martiri della Libertà, 1/a, tel. 011.9643295
Bar Cremeria TORINO, Via Torino, 18, tel. 3288125159



lunedì 26 settembre 2016

Le miniere piemontesi in mostra a Condove

Nelle valli alpine del Piemonte si conserva un ingente patrimonio storico-ambientale, costituito da miniere e cave abbandonate collegate a resti di opifici e laboratori. Sono testimonianze che risalgono per lo più a età medievale o post-medievale, con indizi di età precedenti, e rientrano perciò tra i beni protetti di interesse storico-archeologico.
In alcune valli – Susa e Viù in provincia di Torino, Sessera in provincia di Biella, Grana in provincia di Cuneo – si sono avviate ricerche interdisciplinari, all’incontro tra scienze archeologiche, storiche, naturali e geologiche. Il programma, cofinanziato dalla Regione Piemonte, è coordinato dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Torino, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Piemonte, con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino e con l’Associazione culturale Il Patrimonio Storico Ambientale.

Una volta studiati, i siti si prestano a operazioni di valorizzazione turistico-culturale, in quanto permettono di illustrare dal vivo, in stretto rapporto con l’ambiente, tecniche e processi produttivi del passato oggi quasi dimenticati, comparando la realtà materiale riportata in luce dall’archeologia, i dati di laboratorio e i documenti storici.

Per questa ragione viene ora allestita, grazie all’ospitalità e alla collaborazione del Comune e della Biblioteca Comunale di Condove, la mostra documentaria "Piemonte archeo-minerario" che presenta una sintesi dei dati raccolti in un quindicennio di ricerche, proponendo un viaggio virtuale nel tempo e nello spazio, che tocca le miniere medievali di Usseglio (ferro) e Pradleves (rame), le cave di pietra ollare di Condove e Lemie, le aree archeometallurgiche dell’alta val Sessera e della media e alta val di Viù, dove i minerali di piombo, rame, argento, oro, ferro e cobalto erano trattati in complesse sequenze operative, ricostruite mediante scavi archeologici, studio dei residui di produzione e dei documenti scritti e iconografici del XVI-XVIII secolo di cui sono ricchi gli archivi storici piemontesi.

Alla mostra è associata una guida a stampa che propone una serie di visite a siti e strutture di grande interesse, che illustrano un aspetto fondamentale della storia socio-economica del Piemonte. Per i meno propensi alle escursioni in montagna è previsto un itinerario tra le vie di Torino, alla ricerca di edifici, palazzi, monumenti e documenti storici di una capitale europea sempre attenta allo sfruttamento delle risorse strategiche del suo territorio.

La mostra presso la Biblioteca Comunale di Via Roma sarà inaugurata sabato 1° ottobre alle ore 15:30. Nei giorni di Fiera, sabato 8 e domenica 9 ottobre, sarà aperta con orario continuato 9:30-18. Nei restanti giorni di ottobre, la mostra sarà aperta in concomitanza con l'apertura della Biblioteca ovvero: lunedì ore 16-18:30, mercoledì ore 9:30-12 e 16-18, giovedì ore 15:30-18, sabato ore 9:30-12 e 15-17.


Maggiori info su www.aipsam.org

"Gli occhi del bosco" di Vinicio Perugia

Undici anni passati come una folata di vento Valsusino.F u nel 2005 la mia precedente mostra nella Chiesa di San Rocco di Condove, dal titolo 'I mangiatori di formaggi'. E proprio con quello stesso dipinto si aprirà la mia nuova personale. Chi visitò quella mostra scoprirà che la mia pittura non è molto cambiata, ma il titolo di questa sì: 'Gli occhi del bosco' vuole essere un omaggio ai boschi, non solo a quelli della Valle di Susa. Essi ci guardano e con i loro occhi ci giudicano. E noi piccoli uomini ambiziosi, prepotenti, non siamo innocenti! L'idea del titolo mi è nata dallo sguardo di un albero sradicato, come un guerriero abbattuto, che ho incontrato sulla strada che porta dal colle Braida, sopra la Sacra di San Michele, al Folatone, borgata sopra Sant'Antonino. L'ho visto mentre cercavo idee per i miei dipinti, mi ha molto colpito la sua potenza, nonostante fosse sdraiato. Mi guardava con il suo occhio di corteccia, maestoso come una megattera spiaggiata. Mi sono avvicinato, l'ho toccato, l'ho dipinto. Chi vuole può andarlo a cercare, ma dovrà rispettarlo, lasciarlo lì, in pace. Il suo tronco sta già regalando nuove vite!"
Vinicio Perugia

L’inaugurazione della mostra “Gli occhi del bosco” costituirà – insieme all’apertura della mostra “Piemonte Archeominerario”, organizzata in biblioteca – l’evento di apertura della XXVII Fiera della Toma di Condove. Una mostra di pitture ed incisioni, nella splendida cornice dell’antica Chiesa di San Rocco. Un evento da non perdere, che durante la Fiera sarà accessibile in orario continuato.

Oltre alle giornate di Fiera, la mostra sarà allestita e comunque visitabile dall'1 al 30 ottobre 2016, nei feriali con orario 16-19, sabato e festivi 10-12 / 16-19.

Il vernissage, sabato 1 ottobre ore 17, sarà preceduto dal concerto del Coro di Avigliana "Le voci dei Mareschi" diretto da Lorella Perugia.